L’EQUILIBRIO ACIDO-BASE NELL’ALIMENTAZIONE

In biologia, l’espressione equilibrio acido-base indica l’insieme dei processi fisiologici che l’organismo mette in atto per mantenere al suo interno un livello di acidità compatibile con lo svolgimento delle principali funzioni metaboliche. Grazie a questi processi, il pH del sangue è normalmente mantenuto su valori compresi tra 7,35 e 7,45. 

Ma non basta assumere solo cibi acidi per mantenere questo equilibrio, ed è errato categorizzare le sostanze acide in funzione del loro sapore.

Ad esempio, pur essendo il succo di limone assai acido  quando è metabolizzato si comporta come un alimento alcalino, abbassando di conseguenza l’acidità dell’organismo.

Analizzando gli alimenti di maggior consumo,  possiamo dire che la maggior parte dei cereali (in particolare il frumento e l’avena) e derivati hanno una componente molto acida, superiore a quella degli altri cereali e lo sviluppo di acidità aumenta se i cereali sono raffinati.

Il latte vaccino e i suoi derivati (formaggi, yogurt) generano molta acidità e dovrebbero lasciare spazio a quelli derivati dalla capra o dalla pecora.

E ancora, il metabolismo di carne e pesce produce una grande quantità di acido urico, che dovrà per forza essere neutralizzata da sistemi tampone: i cosiddetti alimenti alcalini che oltre a contrastare l’acidità sono detti anche mineralizzanti. Essi comprendono principalmente ortaggi, frutta e verdura, frutta secca e a guscio.

Dovremmo quinid sempre cercare di favorire la normalizzazione dell’equilibrio acido-base, assumendo regolarmente gli alimenti alcalinizzanti, che assolvono alla funzione tampone evitando che il corpo si privi di preziosi minerali, come calcio e magnesio, per riequilibrare il sistema.

In particolare, nelle donne in menopausa vi è una impennata dell’acidificazione dell’organismo e di conseguenza le ossa sono particolarmente soggette alla privazione di preziosi minerali utilizzati come tampone dall’organismo: un’alimentazione eccessivamente acida può portare in questo caso a quadri di osteoporosi anche molto gravi.

E’ quindi importante sapere che la condizione fondamentale di una alimentazione equilibrata deriva soprattutto dal bilancio acido-base: non esiste organismo in equilibrio che sia ammalato, le patologie degenerative sono infatti dovute ad una  situazione progressiva di acidità organica, generata in particolar modo da una alimentazione scorretta o “non equilibrata”.

Scrivici

Tecnico

Leave a comment