CARNE SEPARATA MECCANICAMENTE

Ricordiamoci che siamo quello che mangiamo

Se vi dicessero che la carne che comprate al supermercato costa 0,50 euro/Kg voi come reagireste?

La comprereste ancora ? Credo proprio di no! E che, dopo questa notizia, la prossima volta che andrete a fare la spesa in un supermercato ci penserete due volte a comprare dei prodotti di carne confezionata.

La carne di cui sto parlando è quella definita “ carne separata meccanicamente” o CSM. Questa infatti costa al produttore dai 0,3 ai 0,6 euro /Kg e viene rivenduta nei supermercato a prezzi che variano dai 4 ai 7 euro/kg. Con un rapporto qualità/prezzo decisamente pessimo, infatti alcuni prodotti hanno un prezzo maggiore della carne e del pesce fresco.

Ma cosa significa “separata meccanicamente”? Vuol dire che questi prodotti sono ottenuti dalla lavorazione di carni che fino a non molto tempo fa venivano considerati scarti di lavorazione.

Infatti a partire dalla carne che resta attaccata alle ossa di polli, tacchini e maiali, attraverso procedimenti ad alta pressione, viene formata la cosiddetta “poltiglia rosa” che non è altro che un impasto che contiene questi pezzetti di carne insieme a parti di nervi, cartilagini e frammenti di ossa. Questo impasto viene poi lavato con soluzioni contenenti ammoniaca per sbiancarlo e poi addizionato di coloranti, aromi e conservanti per renderlo commestibile e gradito al palato del consumatore. Ci si può rendere conto che non è un procedimento molto “naturale” con cui preparare alimenti confezionati e comunque il risultato non è dei migliori; ad esempio se proprio siete degli amanti dei cordon-bleu provate a confrontare il gusto di uno confezionato con uno preparato in casa usando una fettina di petto di pollo e noterete subito la differenza e il risparmio!

Questo tipo di carne è inoltre più soggetto a contaminazioni microbiche e la causa è proprio il metodo di produzione, infatti già negli scorsi anni molte aziende europee ( anche italiane) sono state soggette a sanzioni poiché negli stabilimenti non venivano garantite le precauzioni per evitare la contaminazione di questi prodotti, infatti la poltiglia rosa è molto delicata e soggetta a contaminazione da parte di batteri come la Salmonella.

Per cui se devo scegliere cosa mettere nel carrello della spesa farei attenzione a non comprare cibi confezionati che riportano in etichetta, tra gli ingredienti, la scritta “ carne separata meccanicamente” o CSM in quanto i benefici di questi prodotti vanno solo in direzione dei produttori e non dei consumatori.

Come già detto in altre occasioni se si vuole mangiare carne è preferibile comprarla fresca e di derivazione biologica in uno dei molti punti vendita o da un contadino di fiducia, questa può essere una scelta che porta dei benefici anche alla vostra salute!

Buona spesa!

Andrea Riva

Post Correlati