CARNE O POLTIGLIA ROSA?

Nonostante sia spesso presente nei ripieni di tortellini, nei piatti pronti a base di pollo, nelle lasagne e negli hamburger serviti nei fast food di alcuni paesi, la maggior parte dei consumatori ancora non sa cosa sia esattamente la carne separata meccanicamente.

Si tratta di un prodotto post macellazione, ottenuto dalla spremitura delle carcasse degli animali macellati ai quali sono già state rimosse le parti pregiate: dopo diversi lavaggi con ammoniaca per eliminarne ogni sapore (migliorato poi tramite aromi artificiali), l’esito è una pasta omogenea dal colore rosa con cartilagini e piccole ossa ridotte in polvere miscelate ad acqua ed insaporitori.

Rappresentando spesso un ingrediente base di certi piatti pronti, deve essere citata nelle etichette, ma le aziende spesso cercano di farlo in modo poco evidente: attraverso caratteri tipografici microscopici, oppure impiegando asterischi a fianco della scritta carne di pollo.

Controllate voi stessi quanta carne reale c’è nelle vostre cotolette panate: è sufficiente, come sempre, leggere l’etichetta! E se questa non bastasse, l’analisi visiva e sensoriale non vi tradirà: confrontate un petto di pollo acquistato dal contadino, con quelli in vendita al banco frigo del supermercato.

La differenza è lampante.

Scrivici

Tecnico

Leave a comment